Fotoromanzo educativo: la pulizia dei friends

Fotoromanzo educativo: la pulizia dei friends

F. Z. (nome vero conosciuto alla redazione) è un arrampicatore moderno: gli piace scalare e non disdegna passare qualche giornata ad arrampicare “trad”. Con i risparmi di una vita ha pure comperato una serie di Camalot (friends) di cui va molto fiero: questi suoi veri e propri amici gli hanno permesso di arrampicare fessure un po’ in ogni dove.

[easymedia-gallery med=”980″]


Il giorno delle camme bloccate

Purtroppo un triste giorno F. si accorge con sgomento che alcuni dei suoi friends cominciano a patire l’usura e il meccanismo a molla non funziona più a dovere. Sono attimi di panico e incredulità: una giornata cupa che verrà ricordata a lungo come “la giornata delle camme bloccate”. L’unica soluzione sembra essere la sostituzione… ma dopo attenta analisi della situazione finanziaria il povero F. capisce che non c’è più nulla da fare.

[easymedia-gallery med=”982″]


Tutto è perduto…

Quando oramai tutto sembra perduto e il nostro eroe già sta valutando attività sportive alternative, un’idea gli folgora la mente: e se si potessero riparare?

[easymedia-gallery med=”984″]


La ricerca

Come in preda ad un raptus F. passa le successive notti ad analizzare la situazione e scovare possibili soluzioni. Si accorge che pure il computer, oltre a visitare il sito delle Aquile di Sotaregn (e altri siti con le donnine), può essere una fonte inesauribile di informazioni!

[easymedia-gallery med=”1003″]


La soluzione

Dopo aver fagocitato megabytes e megabytes di informazioni (ivi compresi i consigli del sogno proibito di ogni climber) è pronto per la sua missione: pulire i propri camalot e ora vi spiegheremo come!!!

Materiale necessario:

  • Una vecchia pentolina o, come in questo caso, una lattina vuota abbastanza larga
  • Lubrificante (WD-40 o simili), meglio se “non appicciocoso”
  • Spazzolino da denti (da non riutilizzare per l’igiene orale)
  • Detersivo per i piatti
  • Eventualmente: sgrassante
Materiale per pulire

Materiale per pulire

Svolgimento della pulizia:

Iniziare a spruzzare lo sgrassante sulle camme aprendo e chiudendo il friend (se non si ha lo sgrassante saltare questo punto). Attenzione: non fate entrare in contatto la fettuccia di nylon con sgrassante o lubrificante (rischio di corrosione).
Mentre lo sgrassante agisce far scaldare dell’acqua nella padellina (o lattina) fino a quasi farla bollire. A questo punto immergere le camme dei friends (attenzione a non scottarsi, a non toccare le pareti della pentolina con il friend e a non far bagnare la fettuccia) e sott’acqua azionare il movimento delle camme diverse e diverse volte.

[easymedia-gallery med=”990″ ] Per rimuovere lo sporco più tenace sfregare con lo spazzolino e il detersivo  (meglio se dolce e/o diluito); una seconda lattina per diluire il detersivo può essere utile. Infine risciacquare per bene sempre azionando le camme molto e molte volte.

[easymedia-gallery med=”992″] Il prossimo passo è far asciugare i friends, per fare ciò può essere comodo avere un compressore per l’aria (utile pure per una prima pulizia “meccanica”) o in alternativa l’asciugacapelli della mamma.

[easymedia-gallery med=”994″] Quando i friends saranno ben asciutti si potranno ri-lubrificare: il signor F. (che si diletta un poco con la bici) ha scelto dell’olio da bicicletta in quanto “patacca” meno del WD40 e dovrebbe per questo mantenere le camme pulite più a lungo. Importante anche per questa operazione (come in tutti i passi precedenti): continuare ad azionare e rilasciare le camme. L’ultimo passo sarà rimuovere l’eccesso di olio con un panno asciutto: et voilà!

[easymedia-gallery med=”996″] Ora il nostro eroe potrà tornare a cavalcare le fessure in giro per il mondo con i suoi camalot praticamente come nuovi: tutto è bene quel che finisce bene!

 

Friend pulito: che gioia!

Friend pulito: che gioia!

Ti è piaciuta la nostra storia? Commenta qui sotto!!

5 comments

Inserisci il tuo commento